Category Uncategorized

Le piante di papaya hanno dato i primi frutti!

Negli ultimi mesi le nostre piantine di papaya sono cresciute, ad oggi sono quasi ad altezza uomo e hanno dato i primi frutti!

Riavvolgendo il nastro, dopo la pubblicazione dell’ultimo aggiornamento, nel mese di dicembre durante la stagione delle piogge un centinaio di piante di papaya hanno contratto un virus che ha ridotto la dimensione del frutto e lasciato macchie e cicatrici particolarmente virulente. Queste papaye non potevano essere vendute, quindi abbiamo deciso di eliminare le parti rovinate e trasformato in marmellata le parti buone, siamo così riusciti ad ottenere circa 140 vasetti!

A fine gennaio abbiamo raccolto i frutti rimanenti e li abbiamo venduti in città.

A marzo abbiamo provveduto a:

  1. rimuovere le piante malate (la paura è che il virus possa attaccare anche le piant...
Read More

L’alfabeto di Don Andrea

“M” come missione

Da diversi anni don Andrea Rabassini è l’assistente spirituale dell’Associazione Aiuti Terzo Mondo. I ritiri formativi che propone periodicamente a soci e simpatizzanti sono una preziosa occasione per tornare a orientare lo sguardo e il cuore alla missione. Non solo fare “il punto della situazione” sui progetti in corso – cosa è stato fatto e cosa ancora manca – bensì mettere a fuoco cosa significa essere missionari.

Nel Vangelo di Marco si narra che il Signore Gesù chiamò i dodici Apostoli “perché stessero con lui e per mandarli a predicare”.

Gesù è stato chiaro: prima di partire bisogna stare con lui! Si sta con il Signore costruendo giorno per giorno l’amicizia con lui nella preghiera, nell’ascolto della sua Parola, nel cercare di mettere in pratica...

Read More

Progetto “Sostegno a ragazze universitarie” – aggiornamento

Al centro d’accoglienza “La Fabrica de la Sonrisa” accogliamo e sosteniamo materialmente per tutto il percorso di studi universitari alcune ragazze provenienti dalle comunità povere della foresta, nella periferia di Santa Cruz. Il progetto è iniziato nel 2008, i fondi raccolti dall’Italia sono destinati a garantire alle ragazze vitto, alloggio, trasporti e cure sanitarie, oltre al pagamento delle rate universitarie. Le donne sono l’anello più fragile della società boliviana, hanno scarso potere decisionale e non occupano quasi mai posizioni lavorative rilevanti, e la loro istruzione può essere la base per costruire un futuro migliore per l’intero paese.

Nella foto sono ritratte le quattro ragazze che hanno conseguito la laurea nel 2017.

Mentre ricordiamo il 2016 come l’ann...

Read More